ARTICOLI

 
 
29/09/2019

L’animale di potere

Sempre più spesso, in ambiti molto diversi, sento parlare di animale di potere. Probabilmente se parlassimo a un nativo dell’animale di potere non capirebbe, questo termine è stato coniato da noi occidentali per dare un nome allo spirito animale che ci accompagna fin dalla nascita e ci presta la sua forza. Tutti abbiamo, o abbiamo avuto, un animale di potere . Secondo i popoli sciamanici nativi la sua forza permette ai bambini di crescere e arrivare all’età adulta, incarna l’essenza, il potere puro e primordiale di un determinato animale.
10/11/2019

Malattia del corpo malattia dell’anima

La nostra realtà e il mondo degli spiriti sono una cosa sola, nella visione Sciamanica anche la malattia ha origini da ricercare nell’altra realtà. Le cause sono molteplici: una parte dell’anima si allontana, un intrusione si conficca nel corpo, uno spirito ci opprime, la violazione di un tabu e molte altre. Per le popolazioni sciamaniche l’infermità del corpo o della mente non è solamente una situazione dalla quale fuggire, la malattia infatti crea un’apertura nel nostro corpo spirituale che ci porta potere.
10/11/2019

Stati alterati di coscienza

Il nostro stato cosciente subisce cambiamenti continui, alcuni impercettibili e dei quali non ci accorgiamo nemmeno, che scivolano ai lati del nostro cammino: piccole premonizioni, decisioni istintive, sensazioni sfuggevoli. Altri dovuti a eventi che destabilizzano il nostro equilibrio, come la febbre alta, l’assunzione di alcolici o droghe, farmaci, periodi di digiuno e molte altre situazioni volute o meno.
10/11/2019

Viaggiare tra i mondi

In base al punto di ingresso, il cielo o la terra, si distingue in mondi di sotto e mondi di sopra, o mondi celesti e sotterranei, dicotomia che non ha nulla a che fare con la distinzione cristiana di inferno e paradiso. Nei mondi sotterranei si incontrano animali di potere, spiriti di alberi, spiriti delle pietre , il mondo sotto le acque è la casa di spiriti che l’uomo conosce fin da tempi antichissimi, il cui sovrano impugna un bastone forcuto, scendendo ulteriormente si giunge al mondo dei morti, il cui ingresso è sorvegliato da un guardiano con un occhio solo, il mondo sotterraneo è il luogo da cui prendiamo il potere, su cui poggiamo i nostri piedi come l’albero affonda le sue radici nella terra.
10/11/2019

Vita sciamanica

Lo sciamanesimo ci parla in una lingua che abbiamo dimenticato, il cui suono ci affascina come una melodia da tempo perduta che risveglia in noi ricordi lontani, sensazioni mai vissute, odori di terra, vento e libertà, di cui, purtroppo, non riusciamo a ricordare le parole ne a capire il significato. Penso alla fiaba di cappuccetto rosso, di come ascoltandola ci sia impossibile provare il terrore di chi viveva tra i boschi e i lupi li conosceva davvero, di chi li temeva sapendo che il loro arrivo poteva significare la perdita degli animali, la rovina economica della famiglia,o peggio, la mancanza di cibo, la morte.
15/11/2019

Spiritualità nel mondo di oggi

Spesso, negli ultimi tempi, mi chiedo cosa succederà nel prossimo futuro. Come me molti si interrogano su un mondo che avvertiamo alle soglie di un corridoio buio: oltre l’ingresso ci aspetta il baratro o un nuovo capitolo della storia dell’uomo? Ognuno di noi ha la sua via, il suo modo personale di vedere le cose e di cercare una soluzione. A unire questa moltitudine è la forte sensazione, il bisogno, che qualcosa di nuovo sia in arrivo.
10/12/2019

Società della plastica

Da qualche tempo, certo più di un anno, si preparava quello che ora chiamiamo green new deal, il cui simbolo è la lotta alla plastica. E' curioso pensare che decenni addietro, nelle zone rurali e non la plastica era il progresso, si ricoprivano pavimenti in cotto con il linoleum, si sradicavano isolatori in ceramica e trecce in tessuto per sostituirli con impianti più moderni, i tessuti sintetici prendevano il posto delle fibre naturali, la plastica entrava in ogni aspetto della nostra vita a scacciare il vecchio, a rimarcare la nostra indipendenza e supremazia sulla natura.
17/02/2020

Sugli ambienti spirituali

Già il termine "ambiente spirituale" per intendere gruppi di persone che hanno una cultura o pratichino spiritualità, non mi piace. Quando si parla di "ambiente" con questa accezione, è inteso un dentro e un fuori, in un "ambiente" c'è sempre chi lo gestisce e chi viene gestito.